Forum: le risposte alle tue domande

Post Pic

Chiedi un consulto gratuito on line, mandami il tuo quesito...

           
attacchi di panico
15/01/2012
 
  Cara Dott. vi scrivo perchè da circa 3 mesi mi sono venuti improvvisamente degli attacchi di panico al momento di uscire di casa ed entrare in macchina, per cui ora non riesco ad uscire se non accompagnata da mio marito o mia madre. Non so se prendere medicine o iniziare una psicoterapia, cosa mi consigliate? Silvana S.  
   
  Cara Silvana, di fronte ad un problema come il suo, che comincia ad essere invalidante nel senso che compromette la sua autonomia, è opportuno sia consultare uno Psichiatra che possa consigliarle un'adeguata terapia farmacologica in grado di tamponare i sintomi, sia, parallelamente, intraprendere un percorso psicoterapeutico atto a svelare le cause profonde del suo problema ed a risolverlo alla radice, evitandone la cronicizzazione o eventuali ricadute. Mi contatti se ha bisogno di ulteriori informazioni, cordiali saluti, Dott.ssa Ilaria Corleto  
ansia a scuola
15/10/2011
 
  Dottoressa, mio figlio di 7 anni non vuole più andare a scuola...ogni giorno fa mille capricci e rimane sempre attaccato a me..se però lo accompagna mio marito fa meno storie!!come è possibile??devo farlo vedere da qualcuno?? Grazie, saluti, Giovanna  
   
  Cara Giovanna, il problema di suo figlio è molto complesso e può essere ricondotto ad una molteplicità di cause. E' probabile che viva un'ansia da separazione da lei che è la mamma e tema che la scuola possa separarvi, ragion per cui fa meno storie quando è accompagnato dal padre. In un caso del genere è consigliabile un percorso di terapia familiare con uno psicoterapeuta specializzato, nel quale possano affiorare le dinamiche relazionali e i meccanismi che hanno potuto generare l'ansia del bambino. Resto a disposizione per qualsiasi altra informazione o contatto. Cordiali saluti, Dott.ssa Ilaria Corleto  
depressione
14/10/2011
 
  Dottoressa sono ormai quattro mesi che mi sento giù, sono sempre triste, non ho quasi più entusiasmo nè voglia di fare le cose e non riesco a pensare che mi passerà...che cosa mi consiglia?posso andare da uno psichiatra o da uno psicologo? L.  
   
  Caro L., mi dispiace enormemente per come si sente. In una situazione come la sua può rivolgersi ad uno psichiatra qualora le risultasse difficile svolgere le sue attività quotidiane, il quale potrebbe consigliarle la terapia farmacologica più adatta a lei, tale da tamponare il suo disagio nel giro di alcune settimane. La psicoterapia è comunque consigliata, con o senza farmacoterapia, per svelare le cause profonde di tale vissuto depressivo e risolvere il problema alla radice. Se ha bisogno di altro, non esiti a chiamarmi o scrivermi, saluti cordiali, Dott.ssa Ilaria Corleto  
confusione
13/10/2011
 
  Cara Dott, non saprei dire come mi sento, so solo che sono spesso insoddisfatto e giù di morale, a volte mi arrabbio facilmente, ma non saprei dire perchè..e questo mi crea confusione..la psicoterapia può aiutare in una situazione simile? Saluti, Giovanni G.  
   
  Caro Giovanni, mi verrebbe di chiederle in quali situazioni le capita di provare questi stati d'animo ed in relazione a quali persone..Forse è come se avesse voluto mettere una sorta di "tappo" sopra queste emozioni negative. La psicoterapia individuale, attraverso colloqui settimanali della durata di un'ora circa, può aiutare a fare un po' di chiarezza fornendole la possibilità di esprimere tali emozioni in un contesto protetto ed analizzandole un po' alla volta una per una, in relazione alle situazioni relazionali e sociali che le hanno generate. Mi contatti per qualsiasi altra informazione. Saluti, Dott.ssa Ilaria Corleto  

 


Chiedi un consulto gratuito on line, mandami il tuo quesito...

 

ad1

 

 

(studio) Via Carmine, 17 - SALERNO
(cel) 339.1637536
(e-mail) info@ilariacorleto.com